Artissima 2023 chiude

di Alain Chivilò

 

Artissima Internazionale d’Arte Contemporanea chiude nel suo Trentennale, 2023, con numeri molto soddisfacenti. Un’Arte Fiera sperimentale e di ricerca, atta a porre l’attenzione su proposte di gallerie private selezionate dal comitato Artissima. Non solo mercato, ma anche vetrina culturale soprattutto per istituzioni e enti, oltre a nuove gallerie potenzialmente interessate. Inoltre, continui intrecci di eventi, progetti in Città, riconoscimenti, presentazioni e visite.

Il Direttore di Artissima Luigi Fassi conclude con la seguente dichiarazione ufficiale: “chiudiamo questa trentesima edizione con la certezza di un risultato molto positivo che dall’Oval si è riverberato sull’intera città. Siamo felici di avere contribuito a portare nuova energia, risorse, relazioni, idee e proposte al mondo dell’arte contemporanea e di avere intessuto con tutte le istituzioni del contemporaneo della città relazioni positive e fattive, con progettualità dedicate che di fatto hanno disegnato una vera e propria rete, dentro e fuori fiera. Sono grato a tutto ciò che ha contribuito a scrivere il successo di questa edizione, che abbiamo immaginato come una sorta di macchina del tempo capace di imprimere ulteriore slancio verso il futuro: abbiamo messo a fuoco domande, provando a rispondere alle urgenze del nostro presente, costruendo ponti e relazioni, ampliando i confini dello sguardo. Artissima porta in sé il talento del laboratorio di crescita e di sviluppo per l’arte dei nostri giorni ed è l’ideale crocevia per tutti i suoi protagonisti. Il nostro obiettivo è sempre stato quello di produrre una fiera che trae le forze dal territorio in cui si colloca e che è al contempo capace di dialogare con il mondo”.

I numeri comunicati sono abbastanza chiari:

34.000 visitatori in 4 giorni di apertura.
181 gallerie, di cui 39 che hanno esposto per la prima volta; 33 Paesi rappresentati in fiera; 68 progetti monografici; 11 premi, riconoscimenti e supporti, cui si aggiungono 2 fondi assegnati. Le 7 sezioni in fiera, che includono le 3 curate da board di curatori internazionali, hanno portato all’attenzione del pubblico circa 1.500 opere. Sono più di 700 i collezionisti e curatori che Artissima si è impegnata a ospitare durante i giorni di fiera, di cui il 49% stranieri e il 51% italiani, superando il risultato del 2022. In particolare, i collezionisti ospitati quest’anno provengono da 30 paesi differenti: Arabia Saudita / Australia / Austria / Belgio / Brasile / Canada / Cina / Danimarca / Francia / Germania / Grecia / Hong Kong / Italia / Israele / Lussemburgo / Monaco/ Norvegia / Paesi Bassi / Perù / Polonia / Portogallo / Regno Unito / Romania / Spagna / Singapore / Stati Uniti d’America / Svezia / Svizzera / Ucraina / Ungheria. A partire dai primi mesi del 2023 la fiera ha raggiunto più di 1.600 nuovi collezionisti dei quali 900 internazionali e 700 italiani, confermandosi un appuntamento fondamentale del panorama artistico internazionale. Artissima in totale ha coinvolto oltre 12.000 personalità rilevanti del mondo dell’arte: collezionisti, curatori, direttori di musei e altri professionisti del settore. Artissima ha inoltre dato il benvenuto a  34 delegazioni di Patron museali.

Arrivederci nel 2024.

 

©AC, NDSL, AM, Alain Chivilo

Comments are closed.