Cortina in Cinque

di Alain Chivilò

 

Cortina d’Ampezzo Italia, prima Discesa Libera, 26/1/2024.

Il podio sorridente con cinque sciatrici chiude una mattinata dall’atmosfera che si tagliava con il coltello. Volti scuri, preoccupazioni, polemiche, ironie e poco divertimento eccetto qualche divertimento. Brave le sciatrici a rimanere concentrate il più possibile.

Discesa Libera

Il tracciato ha presentato un punto chiave dato da una curva prima di immettersi sul così chiamato Muro. I tecnici e le atlete hanno sondato la pericolosità ma la gara è sempre tutt’altra cosa. In molti casi la velocità e il ritardo di linea non hanno permesso i giusti anticipi facendo scivolare le atlete che si vedevano innanzi il telone di protezione. Tra queste, Mikaela Shiffrin con botte e forte spavento, Federica Brignone pronta a frenare in caduta, Corinne Suter sotto shock più che infortunata (problemi agli occhi). 

I lunghi tempi di attesa, ma anche la tensione difficile da stemperare, ma le stesse condizioni della neve e della temperatura hanno creato un rimescolamento di valori e di prestazioni.

La notizia riguarda Sofia Goggia: è impossibile che stia da sola sul podio. Oggi cinque atlete nei tre gradini. Un evento simile capitò nel 2018 nel Super G Uomini di Beaver Creek.

Le vostre Maestà a Cortina erano diverse tra Comitato Organizzatore, Pista, Città e Atlete, pertanto il titolo rimane vacante vista l’alta concorrenza e competitività.

Vince Stephanie Venier in 1.33.06, +0.39 Lara Gut-Behrami, +0.71 Sofia Goggia, Christina Ager, Valerie Grenier.

Nel momento difficile, dopo la caduta di Shiffrin e la relativa lunga attesa, Gut-Behrami stacca il miglior tempo interpretando il tracciato molto bene nei punti chiave. Con il numero 15 si piazza Sofia Goggia, mentre le altre tre scendono con il numero di pettorale 18, 24 e 31. Stephanie Venier torna alla vittoria (seconda in carriera) a un giorno dai cinque anni esatti, 2019 Discesa Libera di Garmisch, l’unica a trovare l’equilibrio tra efficacia sugli sci e lettura del tracciato. Lara 82° podio in carriera, Valerie quarto, Christina primo, Sofia 53°.

Con la speranza che non succedano cadute come oggi, felici gare a Cortina d’Ampezzo, la perla o meglio la regina delle Dolomiti. Buon fine settimana.

 

©AC, NDSL, AM, Alain Chivilo

Comments are closed.