Gucci di Sabato al debutto

di Alain Chivilò

 

Ancora. È una storia di vita. Con questi ermetici aforismi, il nuovo Direttore Creativo di Gucci, Sabato De Sarno, debutta nella sua prima collezione alla Settimana della Moda di Milano per lo storico Marchio.

Primavera Estate 2024. I capi della collezione sono 55. 

A livello visivo ci sono alcuni leitmotiv che caratterizzano gli abiti della prossima stagione calda: pantaloncini corti, gambe sempre in vista e un reggiseno molto minimal che diventa abito da indossare in bella vista a tutti gli effetti.

Lungo la sfilata, sotto la giacca una canotta, scollature nel limite, il denim, la giacca di pelle vive in contatto diretto con il corpo senza veli, elementi di ricamo per una rivisitata sottoveste sempre portabile lungo la giornata.

La tavolozza è omogenea e delicata con qualche accento più marcato. Tonalità fresche e piacevoli negli accostamenti.

La ricerca di Sabato De Sarno è all’inizio. Una collezione calibrata con il giusto abbinamento, senza eccedere. La silhouette è esaltata dividendosi tra casual, sensualità e un pizzico di aggressività. Una collezione giovane e briosa. Probabilmente dalle prossime si noterà qualche personalizzazione maggiore nello stile.

 

Gucci, Donna, Primavera Estate 2024, Milano Fashion Week

 

©AC, NDSL, AM, Alain Chivilo

Comments are closed.