Moschino 40° x 4

di Alain Chivilò

 

Franco Moschino (Abbiategrasso, 27/2/1950 – Annone di Brianza, 18/9/1994) e il 40° dal suo esordio datato 1983. Una decade di collezioni, stili e modi d’interpretare la vita e la moda stessa. Ironia, eccentricità, iconografie pop e soluzioni divertenti per stagioni da vivere in personalità. 

La Settembre Milanese della Moda celebra nella Primavera Estate 2024 il 40° anniversario del suo Fondatore dividendosi in quattro creatività all’interno di una presentazione teatrale. In quattro atti per esaltare quattro donne creative: Carlyne Cerf de Dudzeele, Gabriella Karefa-Johnson, Lucia Liu, Katie Grand.

Alle quattro amiche della Casa di Moda è stato chiesto di far nascere e ricreare una collezione ispirata ai modelli iconici di Franco Moschino nella decade d’oro della sua vita.

Atto I: Carlyne Cerf cerca di capire che cos’è un classico al giorno d’oggi? Interessante, stucchevole, dalle infinite opportunità, brioso, energetico, contemplativo, fresco, polveroso? Qualcuno di questi? Tutti? Nessuno? La stilista ha ripreso i capi classici più amati da Franco attualizzandoli e disegnando un ritratto chic, fresco, sobrio ma allo stesso tempo giocoso. Tutto in Cerf Style!

Atto II: “Ho fatto molto affidamento sull’idea di ricreare e cambiare gli stili delle sfilate dei primi anni ’90 per aggiornare la silhouette, ma volevo comunque che quell’energia restasse intatta in tutta la sua forza. Chiamiamola NOWstalgia!” così Gabriella Karefa-Johnson parla delle sue creazioni. In una rielaborazione postuma, ha reinterpretato alcuni stili caratterizzanti Moschino dai tipici cappelli da cowboy, agli orecchini oversize, agli abiti all’uncinetto e alle texture, aggiungendo un nuovo spin, una nuova sensibilità per uno stile personale. 

Atto III: Lucia Liu si è focalizzata in quella vena romantica e di femminilità che il Fondatore possedeva ma che spesso si perdeva lungo le collezioni. Pura ed eterea, contornata da una sartorialità audace e sicura è stata la collezione presentata. La t-shirt “Protect me from the Fashion System” di Franco era saldamente incollata al moodboard di Liu.

Atto IV: follia? pazzia? matta? matto? matte? matti? Sulla passerella un’esplosività e una forte teatralità tra donne e uomini intenti in esibizioni singole e di coppia. Rumore e buon gusto: come tutte le cose ci sono le dovute distinzioni. Rumore creativo contro Rumore distruttivo. Rumore come difesa dal Rumore più forte e impostato, che vuole soffocare e fornire una propria giustificazione a un andamento creato. Rumore intelligente contro Rumore ignorante. A seconda gli interessi, il buon gusto, che non possiede un arbiter elegantiarum, vive e si fa fluttuare tra le correnti. La stilista Katie Grand imposta le sue creazioni nel concetto di motto. Come indicato da lei stessa: “l’uso che Franco Moschino faceva degli slogan era profondamente attraente e l’idea di crearne uno nuovo e chiamarlo LOUD LUXURY mi è venuta subito. Mi sembrava attuale”. Dunque, di questi tempi, se fosse vivo probabilmente avrebbe attinto dagli innumerevoli Socials volanti e presenti nella società contemporanea.

La t-shirt limited edition 40° anniversario avrà uno scopo benefico. I proventi dalla vendita andranno a supportare la Elton John AIDS Foundation, continuando quell’impegno benefico molto caro al Fondatore Franco Moschino.

In omaggio, onore, amore e tributo alla genialità del fu Direttore Creativo e Fondatore Franco Moschino, la Primavera Estate 2024 è salubre ma, soprattutto, possiede quel tocco creativo e personale che rende gli abiti unici e non conformi.

 

Moschino 40° di Franco Moschino. Donna e Uomo. Primavera Estate 2024

 

©AC, NDSL, AM, Alain Chivilo

Comments are closed.