Teatralità e Meraviglia

di Alain Chivilò

 

Una disamina artistica, uno studio attraverso la fotografia, un omaggio ai luoghi e alle architetture dell’Italia, un proprio iter artistico. La mostra personale programmata a Milano, Palazzo Reale sale dell’Appartamento dei Principi, racchiude il percorso della fotografa Patrizia Mussa che analizza la teatralità in architettura.

Dal 6 Dicembre 2023, all’interno anche degli eventi Prima Diffusa, fino al 4 Febbraio 2024, sessanta immagini di formato grande uniscono fotografia e interventi dell’artista per luoghi storici e istituzionali dedicati al Teatro. Gli scatti, lungo la penisola, ritraggono luoghi quali il Teatro La Fenice di Venezia, il Teatro della Pergola di Firenze, il Teatro Argentina di Roma, il Teatro San Carlo di Napoli, il Teatro alla Scala di Milano, il Teatro Massimo di Palermo, il Teatro Regio di Torino, le Reggie di Caserta, Venaria e Stupinigi, Palazzo Grimani a Venezia, fino ai teatri di Parma, Sabbioneta e Vicenza. 

Patrizia Mussa non si limita all’azione fotografica ma effettua interventi sulle stampe in carta cotone utilizzando pastelli colorati che seguono, esaltano e rieditano gli elementi impressi in precedenza. Una connessione tra pittura e fotografia per rendere il viaggio descrittivo più coinvolgente e personale. Una caratteristica evidente è la presenza di luce che, in un’azione voluta, determina scatti sovraesposti ottenendo una maggiore atmosfera onirica e poetica che crei meraviglia come da titolo.

La Mostra “Teatralità – Architetture per la meraviglia”, a cura di Antonio Calbi, è promossa dal Comune di Milano, Milano-Cultura e prodotta da Palazzo Reale con Studio Livio, attraverso il sostegno di Gemmo S.p.A. Dopo Milano, la personale di Patrizia Mussa farà un tour toccando città quali Matera, Palermo, Roma e Parigi.

 

©AC, NDSL, AM, Alain Chivilo

Comments are closed.